Le proprietà del cioccolato

Le proprietà antiossidanti del cioccolato fondente sono da paragonare a quelle delle fragole e dell’aglio e per ottenerecacao protezione contro le malattie cardiovascolari è sufficiente mangiarne 6 grammi al giorno a condizione che abbia almeno il 70% di cacao. Il latte infatti, riduce l’assorbimento di antiossidanti abbassando le proprietà antinfiammatorie del cacao

Il cioccolato contiene flavonoidi che impediscono l’ossidazione del colesterolo cattivo (LDL) da parte dei radicali liberi. I flavonoidi impediscono che le piastrine formino i coaguli responsabili della formazione dei trombi (lo stesso effetto dell’aspirina).

Mangiare un pò di cioccolato fondente almeno al 70% serve per:cioccolato fondente

  • curare la  tosse per la presenza della teombromina
  • la teombrimina favorisce anche la diuresi ed un antidepressivo favorendo la secrezione di endorfine
  • chi ha la pressione bassa grazie al magnesio
  • chi soffre di crampi muscolari sempre per il magnesio
  • le persone anemiche e le donne con flusso mestruale abbondante grazie al ferro
  • proteggere la pelle dai raggi UV e migliora l’idratazione della pelle grazie agli antiossidanti
  • previene l’insorgenza di eritemi sempre grazie agli antiossidanti
  • la cirrosi epatica grazie alle proprietà di ridurre la pressione sanguigna del fegato

Il cioccolato però non è per tutti, è controindicato per chi:

  • soffre di gastrite
  • soffre di coliche
  • soffre di reflusso gastroesofageo
  • ha calcoli ai reni
  • soffre di emicrania, ulcere

L’abuso in ogni caso è sempre da evitare, mangiare 2 o 3 quadratini di cioccolato fondente almeno al 70% sostituendo così il classico spuntino fa bene e fa stare bene

 

Lascia un commento