AIUTARE A VESTIRSI

Per le persone malate o anziane vestirsi da soli a volte può essere molto faticoso.vestire E’ un’attività che va stimolata, mantenuta ed aiutata perchè:

  • aiuta a mantenere autostima
  • aiuta ad avere una buona immagine di sè
  • garantisce, sopratuttto per gli anziani, la possibilità di muoversi qutidianamente

Gli abiti debbono avere le seguenti caratteristiche:

  • debbono garantire ampiezza e libertà di movimento
  • bevono essere facili da togliere e da indossare
  • le chiusure se sono in velcro richiedono meno coordinazione delle mani e delle dita
  • debbono mantenere la giusta tempeatura corporea
  • le scarpe debbono essere adeguate alla patologia e quindi se è presente una deformità delle articolazioni è sempre meglio fare una visita spcialisticascarpe
  • se serve sostituire i lacci con strisce di velcro
  • la base larga e di materiale morbido
  • la suola è meglio che sia con il tallone antiscivolo
  • i calzini debbono sempre essere di tessuto traspirante e non stretti

AIUTARE UNA PERSONA A VESTIRSI

Consideriamo il caso tipico di una persona affetta da emiplegia e quindi che ha difficoltà o non può addirittura muovere la parte destra o sinistra del corpo

PERSONA COLLABORANTE

COSA FARE

Maglia:aiutare a vestirsi1

  • infilare prima la manica nel braccio del lato malato
  • infilare quindi la manica nel braccio del lato sano
  • far passare la testa nel collo della maglia con l’aiuto del braccio sano
  • sistemare bene la maglia
  • per togliere la maglia sfilare prima il braccio del lato malato

Camicia:

  • infilare per primo il braccio malato nella manica della camicia fino alla spalla
  • infilare l’altro braccio nell’altra manica da dietro la schienaaiutare a vestirsi2
  • sistemare infine ed abbottonare la camicia
  • sfilare sempre cominciando dal braccio malato
  • reggiseno:
  • agganciarlo ed infilarlo come una maglia
  • oppure agganciarlo davanti e girarlo

Pantaloni, slip:

  • infilare sempre prima la gamba del lato malato
  • infilare l’altra gamba e sollevare i pantaloni o gli slip fino a sopra sopra le ginocchia o se si riesce fino sopra le cosceaiutare a vestirsi3
  • se il malato riesce farlo mettere in piedi e tirare su tutto
  • se non riesce a stare in piedi fargli alzare il bacino dal letto come un ponte ed infilare il tutto
  • se non riesce ad alzare il bacino farlo girare di lato , assicurandosi che ci sia una spodina del letto a cui reggersi, e tirare su una parte; farlo girare dalla parte opposta e tirare su quell’altra

PERSONA ALLETTA E NON COLLABORANTE

COSA FARE

  • infilare per prime le braccia , sempre dando la precedenza a al braccio malato, nelle maniche della maglia o della camicia
  • sollevare  la schiena (appoggiando le mani aperte sulle scapole passando da sotto le ascelle) ed infila la testa nel collo della maglia
  • infilare  gli slip ed i pantaloni fino a sopra la coscia
  • girando la persona di fianco sistema da una parte prima la maglia o la camicia e poi tira su i pantaloni
  • girarlo dall’altra parte e sistema il resto sempre iniziando dalla maglia per poi sistemare i pantaloni

vestirealetto1          vestirealetto2       vestirealetto3

IMPORTANTE:

  • se la persona è completamente impossibilitata a collaborare è meglio fare in due questa attività, con una persona che sostiene il malato mentre è girato e l’altra che sistema i vestiti dalla parte opposta
  • evitare di tirare in modo brusco gli arti, soprattutto se si tratta di anziani (osteoporosi ecc.)
  • spiegare bene prima di cominciare quello che si sta per fare, per avere eventualmente più collaborazione
  • afferrare sempre le persone dalle spalle, dal bacino o dalle coscie (se non ci sono controindicazioni tipo rottura del bacino ecc.)
  • per sollevare la schiena appoggiare le mani aperte sulle scapole passando sotto le ascelle.

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=Y-JVivIb_mg

Fonte Cortivo BabyPlanet