COSA E’ LA SOMMINISTRAZIONE ENTERALEalimentazione-artificiale-sng

la nutrizione artificiale è un aiuto per garantire un’adeguata dieta  a chi non può alimentarsi in maniera naturale
L’alimentazione avviene in tempi molto lunghi e lentamente tramite l’ausilio di

  • una pompa che elettronicamente dosa il nutriente (il cibo)
  • per caduta  cioè tipo una normale flebo (goccia a goccia)

COSA FARE

  • Verificare che il sondino mantenga un angolo di almeno 30° del tronco col bacino durante la somministrazione per via nasogastrica, digiunostomica o gastrostomica;
  • Nel caso di somministrazione a caduta controllare la velocità di infusione calcolando le gocce per minuto concordate;
  • Preparare la dieta al massimo ogni 24h per evitare la possibilità di inquinamento;
  • In caso di ricostruzione o diluizione di una dieta utilizzare sempre come diluente acqua distillata sterile o acqua potabile bollita e riportata a temperatura ambiente;
  • Prima miscelare il contenuto del barattolo ad una quantità limitata di acqua mescolando con una frusta, quindi aggiungere l’acqua restante, continuando ad agitare;
  • Controllare il volume della dieta dopo la miscelazione, perché il volume programmato aumenta per la presenza della polvere;
  • La conoscenza del volume è necessaria per programmare la velocità di infusione;
  • Conservare in frigorifero fino al momento dell’uso le diete ricostituite, diluite o trasferite in sacca e, nel caso si debbano somministrare in bolo, riportarle prima alla temperatura ambiente;
  • Controllare sempre che la soluzione sia omogenea;
  • Pulire con la massima accuratezza e non utilizzare per altri scopi tutti gli strumenti usati per la preparazione del prodotto (frusta, cucchiai, misuratori, ecc.) per evitare contaminazioni successive;
  • Per la misurazione dell’acqua si consiglia l’uso di un comune calice graduato.

Nutrizione enterale

Sondino nasogastrico

P.E.G.